And the winner is…

Il Rugby Rho Summer Camp è giunto all’epilogo. È stata una settimana ricca di impegni, per i giovani ospiti e per i un po’ meno giovani allenatori e membri dello staff. E impegnativa è stata anche la scelta del vincitore del nostro premio C3, un pallone ufficiale della prossima Rugby World Cup in Giappone, messo in palio dagli amici dei Goodfellas e destinato all’atleta che si è contraddistinto per Comportamento, Capacità e Costruttività.

Siamo stati molto indecisi nella scelta del più meritevole, perché ci sono stati più ragazzi che si sono contraddistinti per le qualità sopracitate. Nell’adempimento di questo difficile compito, ci sentiamo in obbligo di menzionare chi fino all’ultimo è rimasto in lotta per il primo posto. Si tratta di Rui Ribeiro, per le capacità dimostrate in campo, durante le esercitazioni e le partite, per aver mantenuto un comportamento adeguato, contraddistinguendosi per simpatia e semplicità, e per aver mantenuto relazioni con tutti i compagni di stanza e di tavolo, costruendo e consolidando molte amicizie senza problemi.

E adesso ecco il nome del primo classificato e vincitore del premio C3: Leone Scalingi.
C1 – Comportamento: sempre educato, simpatico e positivo, mai invadente con adulti ed educatori. Preciso nelle consegne, puntuale agli appuntamenti e organizzato.
C2 – Capacità: preparato sul piano atletico e dotato di una buona motricità, ha portato a termine con impegno ed entusiasmo tutte le proposte di gioco ed esercitazioni. Ha affrontato le sfide con un sano spirito competitivo, sapendo accettare positivamente anche l’errore e la sconfitta.
C3 – Costruttivo: si è saputo relazionare e giocare con tutti, indipendentemente dall’età o dalla categoria di appartenenza.

Complimenti dunque a Leone e appuntamento a tutti alla prossima stagione, che per noi dello staff del Rugby Rho è iniziata ieri.