Claudio Balconi Presidente Onorario del Rugby Rho

Lo scorso 14 giugno 2022, il Consiglio Direttivo del Rugby Rho ha deciso all’unanimità di conferire la carica di Presidente Onorario della nostra Società a Claudio Balconi, per il suo impegno nel corso di tutti questi anni come giocatore, socio , consigliere e Presidente, senza risparmiarsi e dimostrando un attaccamento unico al Rugby Rho.

Lunedì scorso, 27 giugno, il Consiglio ha avuto il piacere di avere a cena Claudio. Durante la serata gli è stato comunicato ufficialmente il conferimento dell’onorificenza. Nella foto il momento della consegna di una targa commemorativa da parte del Presidente Passarella.

Claudio diventa quindi, ufficialmente, ambasciatore di tutti i valori che da sempre contraddistinguono il Rugby Rho.

Classe 1958, inizia a giocare a rugby a Rho nel 1974, a sedici anni nelle giovanili. Ci aveva già provato due anni prima ma la mamma non glie lo aveva permesso.

Alla prima domanda rimane spiazzato: perché il rugby? Oddio, e chi si ricorda, un po’ per caso. Un paio di amici ci giocavano, proviamo. Tutto un po’ casuale, ma per nulla casuale il forte legame che da subito lo coinvolge e lo terrà inchiodato a questa passione per lo sport della palla ovale e per il Rugby Rho. Legame che deriva dalle persone che incontra e da come il gruppo lo coinvolge da subito.

Prima partita giocata: il derby con Lainate. Prima trasferta: in Romania, subito nel ’74, con Angelo Giussani come allenatore. E da quella prima trasferta si formano legami di amicizia indissolubili.

Gioca poi in Seniores fino ai 40 anni, limite massimo imposto dalla Federazione. Che poi lo frega, perché dopo non molto tempo sposta il limite di due anni verso l’alto!

Seconda domanda, per cui non c’è esitazione nel rispondere: da cosa deriva il coinvolgimento così duraturo e impegnativo al di fuori del campo? Perché c’è stato un fortissimo esempio e coinvolgimento da parte di tante persone con cui si era formato un legame indissolubile. Due nomi saltano fuori subito: i due segretari di allora Claudio Giussani e Luigi Bassetti, per la loro capacità di coinvolgimento, di farti sentire parte del gruppo e…tanto divertimento.

Una sera, nella vecchia sede di via Terrazzano, c’erano tantissime persone, scatta l’impulso di dare una mano per una cosa forse piccolissima, quasi una sciocchezza. Alzarsi e andare a lavare una tonnellata di bicchieri che occupano tutto il bancone. Eh, da lì è un attimo…27 anni da Presidente, in prima linea. Da via Terrazzano a via Statuto, fino al progetto di realizzazione della nostra Club House, insieme ai coraggiosi consiglieri di allora che, coinvolgendo l’Amministrazione Comunale, si impegnano e si espongono in prima persona. E proprio la realizzazione della nostra Club house permette al Rugby Rho di avere una propria identità e quindi di creare la struttura societaria attuale, con tutte le persone che si sono avvicinate, avvicendate, i volontari che hanno lavorato e stanno lavorando, in un contesto ben diverso da quello del gruppo di amici che era una volta il Rugby Rho.

Il progetto societario che lo impegna per tanti anni e che porta a compimento la sua attività di Presidente è, indubbiamente, la realizzazione del nostro nuovo impianto, che proietta la società e le sue potenzialità a un livello superiore.

Come giocatore: due stagioni Campionato di serie B

Come Presidente: tre stagioni in serie B, Trofeo delle Alpi Under16, promozione Elité Under16

Presidente del Rugby Rho dal 1994 fino al 2021.

Consigliere Comitato Regionale dal 2012 al 2021 per due mandati, con incarico su attività minirugby e Under14.

Ovale d’oro dal Comitato Italiano Amatori Rugby e Stella di Bronzo al merito sportivo dal CONI.

Grazie Claudio, con stima e amicizia.

Il Consiglio Direttivo.