Comunque Utile

Tante mete per l’Amatori e poche per il Rho. 126 – 10
Il punteggio, oltre a riassumere con i numeri la differenza tra le due squadre, evidenzia da un certo punto di vista la poca utilità del confronto in termini crescita per i ragazzi. In questo contesto, a livello di gioco, entrambe le compagini imparano poco.
Nonostante questo lo sport ed il rugby insegnano comunque; ed è giusto sottolineare cosa ha funzionato dal lato rhodense.
Uno: i ragazzi non hanno mai abbassato la testa
Due: nonostante il gran caldo c’è stata la corsa, ognuno per quanto ne aveva,
Tre: c’è chi ha mostrato un placcaggio degno di tale nome e chi ci ha comunque provato.
Quattro: Due (quasi tre…) mete, decisamente non casuali.

Se dovessi registrare un’immagine della giornata, sceglierei quanto notato dal Coach: lo sguardo dei ragazzi a fine partita. Teste alte e un’aria consapevole che il lavoro da fare è ancora molto;

  • ci hanno ripassato? Va bene, è così che succede, erano più forti e meglio organizzati: va accettato.-
    Ma c’è anche la serenità e la voglia di fare. Ci vuole coraggio ad affrontare tante mete senza mollare, cercando di rimanere una squadra, provando a reagire. Questo non è mancato.
    Chi siamo noi?