Il valore di una sconfitta

Sorico, 7 aprile – Ed eccoci all’ormai consueto appuntamento di primavera con gli amici del Delebio sulle rive del loro bel lago! Molti dei nostri qui si sentono quasi a casa e affiorano i ricordi della mitica settimana in campeggio col Rugby Rho!

Partiti con il timore della pioggia, il clima è stato clemente, ma non ci ha risparmiato vento e freddo. Malgrado i malanni di stagione, la nostra grande U10 ha schierato due squadre che si sono confrontate con Delebio, Lecco, Sondrio, Sondalo e Oggiono.

I nostri erano carichi e fieri dopo il weekend a Sanremo e sono scesi in campo con gli occhi brillanti. Oggi però niente cambi, anzi straordinari con continui prestiti da una squadra all’altra, e più che mai c’è stato bisogno dell’apporto di tutti: ogni giocatore ha dato il suo contributo. Tant’è che entrambe le squadre sono riuscite a arrivare alle finali per il primo e terzo posto, ma entrambe le partite sono state perse.

Dopo un’intera mattina di gioco duro e tutte le energie consumate, fa un po’ male. Lo si vedeva dalle espressioni deluse dei nostri giocatori, qualcuno anche in lacrime. Sui volti dei supporter e dei tecnici, invece, nessuna lacrima o malumore, ma sorrisi! Perché i nostri piccoli atleti non si sono risparmiati, hanno dato tutto e giocato benissimo, tutti; nessuno si è tirato indietro e, stringendosi a fianco dei propri compagni, ha preso colpi e mostrato il proprio valore.
Cosa importa perdere se in campo si è dato tutto? L’avversario è lì di fronte per spingerci a migliorare, spingerci oltre i nostri limiti. Riconosciamo agli avversari di esser stati più bravi questa volta. La stagione è ancora lunga e la nostra squadra ci darà sicuramente grandi soddisfazioni, come sono grandi le emozioni che genera in chi la guarda giocare!