SENIORES: RUGBY RHO – BIELLA RUGBY

11-12-2022

Il girone per la promozione che il Rho sta giocando, ogni domenica è un’incognita.
Poche informazioni e termini di paragone sulle avversarie.
Si parte sempre molto attenti e concentrati. La paura di brutte sorprese per ora la si scansa con ritmo, intensità, aggressività e determinazione sin dalle prime battute.
Questa volta però bastano 14 min per marcare le 4 mete che concedono il punto di bonus.

E per tutto il match il Rho non alza mai il piede dall’ acceleratore, fino all’80’ quando si chiude la partita con l’ultima meta e l’ultima trasformazione.
Se la cronaca non è sicuramente accattivante per un risultato così tanto netto, al contrario alcune mete segnate, alcune azioni giocate sono state veramente di rara bellezza, per velocità e gesti tecnici.

Ben 19 le mete segnate, a rimarcare la voglia di giocare e di correre che è stata espressa in campo, nonostante un risultato mai in discussione. L’attenzione difensiva è stata altissima, con l’obiettivo di non subire punti.
Tanti sarebbero i giocatori da menzionare per la partita espressa, ma domenica è stata soprattutto la partita di Antonello, che proprio con Biella in un’amichevole di ottobre 2021, subì un grave e spaventoso infortunio. Uno di quelli che ti toglierebbe la voglia di giocare. Soprattutto a 30 anni. Tanti mesi di immobilizzazione, di interventi e di visite specialistiche. Ma tutte affrontate con un unico obiettivo: tornare in campo e aiutare “ì ragazzi”.
Così appena letto il calendario 2022/23 e vista la presenza del Biella, per un attimo a tutti è passata per la mente l’immagine di quell’episodio accompagnata dalla voglia di esorcizzare trasformando quel ricordo in senso positivo, con il rientro in campo di Antonello in una partita ufficiale, per la prima volta a distanza di 14 mesi.
E l’epilogo è stato fiabesco.
Meta, azioni veloci sotto la tribuna e due trasformazioni. 9 punti ma soprattutto tanta voglia a rimarcare che da oggi c’è anche a lui a disposizione del coach.

Da oggi si pensa al Valdotain, che tutti considerano come la più temibile concorrente per la vittoria finale. Arriva con due partite vinte per 50 punti sopra gli avversari.

La festa è finita con l’ultimo brindisi della domenica sera e i riflettori sono tutti puntati verso la trasferta di Aosta.


TUTTE LE FOTO