SIAMO VICINI

Un caro saluto a tutto il popolo del Rugby RHO,

la situazione surreale che stiamo vivendo dovuta al Corona Virus COVID 19, ha sconvolto non solo l’attività sportiva, ma il ritmo della nostra vita, dei nostri rapporti interpersonali, delle nostre abitudini ed anche della nostra economia. Una situazione che solo il mese scorso era inimmaginabile nella realtà,  la pensavamo possibile solo nella finzione cinematografica, invece no, sbagliato, la stiamo vivendo anzi subendo. 

Le città vuote con le saracinesche dei negozi abbassate, tutto chiuso tranne le interminabili code ai supermercati, uno scenario catastrofico quasi spettrale.Sono certo, ci riprenderemo in fretta e più forti di prima, la prevenzione principale è chiara: non uscire, evitare i contatti. Dobbiamo osservare le regole. Per renderle efficaci le dobbiamo osservare tutti insieme nello stesso momento, un po’ come nel rugby, si la nostra disciplina, funziona se tutti giocano per la squadra, ora la squadra è tutta l’Italia. 

Abbiamo più chiaro quanto siamo fragili, vulnerabili al cuore delle nostre attività e delle nostre passioni. 

Probabilmente metteremo in ordine diverso la graduatoria delle priorità nella nostra scala dei valori, e magari anche in quelle che noi pensiamo siano dei nostri bambini-bambine e ragazze-ragazzi:  salute, educazione, gioia, divertimento con i propri amici e raggiungimento degli obiettivi, o meglio l’arrivo alla meta. Ricordiamoci sempre che gli obiettivi veri sono tanti e diversi tra loro in funzione dell’età degli attori. 

Invito i nostri atleti delle categorie seniores e juniores a mantenersi in forma nel pieno rispetto delle regole emanate dalle Autorità ed osservare il piano di mantenimento atletico ricevuto dallo staff tecnico; dovremo essere pronti per la ripresa delle attività agonistiche quando avverrà. 

Desidero ringraziare il nostro staff medico Orietta e Gegi, con i quali mi sono spesso interfacciato prima di assumere le decisioni in merito alla gestione delle attività nella fase precedente al blocco di tutto, la tutela della salute è sempre stata prioritaria ed alta la tensione data la responsabilità delle scelte da assumere in modo proporzionato.Un sentito grazie a tutte le persone che a vario titolo e spesso nell’ombra senza apparire molto, operano all’interno della Società per garantire il funzionamento del Rugby RHO nelle tantissime attività svolte; manutenzione, pulizie, Club House, Segreteria, accompagnatori, tecnici e Dirigenti, i genitori con le mamme in prima fila,  soci e simpatizzanti. 

Permettetemi un doppio ringraziamento a tutti i medici e sanitari per l’abnegazione, il sacrificio ed il costante impegno profuso nella lotta al contagio. Alcuni di loro sono molto vicini a noi.

GRAZIE!Aspetto con ansia il nuovo sole per potervi rivedere tutti al campo. A presto.  

Il PresidenteClaudio Balconi 

#ANDRA’TUTTOBENE