Tre elementi di rugby e la cronaca

Rho, 19 gennaio

Campo
Senza essere animisti, credo che sabato abbia cercato di dare il meglio di sé. Nonostante l’erba l’abbia abbandonato da qualche tempo, sembra aver voluto rendersi il più soffice possibile provando allo stesso tempo a non essere troppo pesante: una sorta di magia. Noncurante delle migliaia di ore di calpestio, ha poi offerto risposte quasi regolari ai ribalzi dell’ovale. Ha lasciato infine che i suoi ragazzi lo calpestassero ancora un po’, placido e silenzioso.

Arbitro
Ci dirige un ragazzo poco più grande dei nostri. Senza dubbio una delle migliori direzioni di quest’anno! Fa veramente piacere vedere passione e capacità che iniziano un’ora prima della gara e terminano con il terzo tempo.

Squadra
In questa occasione, decisamente non diciannove giocatori, ma una squadra. Si gioca un triangolare con Malpensa e Rovato ed entrambe le formazioni ospiti si presentato con qualche defezione; questo diventa per noi un’occasione per far giocare il più possibile tutti i nostri atleti dandoli in prestito. Questo scambio e l’impegno di tutti, indipendentemente dalla maglia indossata, fa sì che quello conta questa sera sia solo giocare a rugby.

La cronaca
Si decide di far disputare la prima partita tra gli ospiti, in modo da agevolare il rientro di chi ha più strada da fare; terminata la prima gara Rovato incontra i nostri ragazzi. La partita di chiusura del triangolare è quindi quella tra Rho e Malpensa.
Il confronto con i bresciani viene interpretato nel giusto modo da subito, si assiste così a una bella partita giocata con intensità e attenzione. Risultato a parte, che in questi contesti conta relativamente, quello che fa piacere vedere è una gestione ragionata del gioco, anche quando la pressione dell’avversario si fa sentire. Chiudiamo il confronto senza subite mete, nonostante il Rovato si sia dimostrato una compagine organizzata.
Con il Malpensa partiamo ancora una volta con il piede giusto ma, complice qualche leggerezza accompagnata da un temporaneo calo di tensione, ci facciamo infilare su un paio di ripartenze. Va dato comunque merito ai nostri che, anche in questa occasione, sono riusciti a riprendere la bussola e a ritrovare il pallino del gioco.

La serata si chiude con un canto sereno. Si canta per il rugby, ma anche per un po’ per il campo!

Risultati
Rho – Rovato 52 – 0
Rho – Malpensa 26 – 12

Il link alle foto.