U15: RHO-LAINATE AL MOLINELLO

Rho, 20-11-2021

Al campo del Molinello ospitiamo la squadra del Lainate Rugby.

La partita ha inizio e, giusto il tempo di dirsi quanto era buono il caffè appena bevuto e di ruotare la testa verso il campo, stiamo già 0 a 17 per il Lainate… ma nel senso che… si esatto siamo già in fase “mission impossibile”, come già è capitato più di una volta quest’anno.
E a quel punto, nell’aria, si è sentito risuonare una eco: Tom Cruise…facci la grazia.
E lui, che ha sicuramente dei nonni di Rho, deve avere imposto il suo ciuffo sui nostri ragazzi che da quel momento hanno fatto “click!” e…fiat lux!

Fino a quel momento i ragazzi del Lainate avevano allargato bene il gioco con ottimi passaggi che permettevano di sfondare la linea difensiva dei nostri che, utilizzando un’immagine bucolica, sembravano dei festanti giovincelli che allegramente invitavano gli avversari a fare festa nel loro 22 ….e probabilmente, se avessero proseguito così, come racconta l’Odissea di Ulisse e i suoi compari, ci sarebbero voluti i classici 10 anni per trovare la meta degli avversari.

Invece, improvvisamente è appunto apparso il ciuffo di Tom Cruise ed anche il fantasma di T. Alva Edison che ha dato corrente…tutto è cambiato, e per ritornare sulla Terra, fondamentali sono state le indicazioni date dai nostri allenatori.

Da quel momento in poi, turbo innestato, concentrazione, aggressività e la saracinesca si è chiusa.
I ragazzi hanno inanellato una serie di mete e realizzazioni che hanno portato al punteggio finale.
Clean sheet fino all’ultimo minuto quando i ragazzi di Lainate hanno fatto quell’ultima meta.

Questo è il racconto della partita ma vale la pena riportare un episodio che ha importanza almeno pari allo svolgimento della partita.

Durante il match un giocatore del Rho si è fatto male e faceva fatica a camminare.
L’infortunio si è verificato vicino alla panchina del Lainate quindi, inizialmente, si era pensato di far sedere lì il giocatore ed è stato in quel momento che la panchina del Lainate ha fatto come il Mar Rosso con Mosè. Si sono alzati tutti per far posto al nostro ragazzo e un giocatore del Lainate ha subito offerto un loro giubbotto per coprirlo.
Non importa che poi la decisione sia stata di portarlo sotto braccio alla nostra panchina, la cosa importante è che i ragazzi del Lainate abbiano mostrato i veri valori del rugby e dello sport in generale.
Il fatto che Lainate sabato abbia perso sul campo appare, alla luce di questo episodio, solo un dettaglio, per quanto importante nell’ambito dell’analisi dei loro futuri incontri.

Sabato ha vinto Rho e ha vinto Lainate, hanno vinto il rugby e lo sport.

Chi siamo noi? Rho!, Rho!, Rho!

Staff U15